Passa ai contenuti principali

I tuoi abbracci

Quando mi abbracci e stringi così forte a te,
sento che è solo tra le tua braccia
l'unico posto in cui io voglio stare
senza sentirmi in alto mare
ma intanto un po' mi perdo
 travolto dalle mille emozioni,
tra i silenzi e i frastuoni
che emettono i nostri cuori.
Vorrei tanto poter avere il dono di fermare il tempo
in modo tale che questo attimo
non finisca mai in un momento
tra pochi minuti un altra volta te ne andrai
e un senso di tristezza
avvolgerà ogni  mio pensiero
se immagino quello che potremmo essere
e quello che forse non saremo mai
un ultimo sguardo tra di noi
che racchiude milioni di parole
prima che quella porta
si richiuda un altra volta
Una lacrima già scende
come pioggia di novembre
Il destino non attende
Le nostre vite proseguiranno parallele
senza mai incrociarsi
senza che tu possa sapere
quanto ti penso
quanto mi manchi
quanto siamo così simili e diversi
quanto amore sei per me

e quanto nessuno lo potrà mai sapere

Post popolari in questo blog

Il vetro

Il vetro Oltre quel vetro si scorgeva un cielo plumbeo e sotto gocce di pioggia, c’era lei che camminava di stratta di fretta Lo sguardo basso, gli occhi tristi e vuoti ma allo stesso tempo pieni di dolore, rancore, per quello vita che ha sempre cercato ma che sempre gli è sfuggita. Quante volte ha sperato di incontrare quello giusto, quanti pianti hanno nascosto quella pioggia, quante volte ha aspettato seduta su quei gradini che arrivasse quel arcobaleno Quanti inizi e fini ha affrontato, poi tra quelle gocce di pioggia ha urtato lui ,che le ha sorriso e per un breve e intenso attimo, i loro occhi si sono detti milioni di parole e il quel preciso momento qualcosa cambiò 
di Luca Morabito

Il mio sogno

...Stesso posto, stessa gente, stesso bar,
dal fondo del locale, nel silenzio la voce di Claudio che mi chiede tu come stai?
E io gli rispondo.....Sai che io non sono un ragazzo fortunato,
ho sempre girato e rigirato senza sapere dove andare,
ma ti volevo chiedere scusa se non ho mai creduto di diventare
un grande mago, ne ho mai pensato di incantare le ragazze ed i serpenti tanto meno di
mangiare fuoco come un giovane drago,
Scusami anche tu, Lucio se non mi sono mai innamorato in quella piazza grande ,il 4 marzo,
ma a modo mio ho amato, ho amato come solo i più grandi poeti e sognatori hanno mai fatto,
ma devo rivelarti un segreto,,,
non sono mai diventato uno di loro,
non sono mai diventato neanche un calciatore e nemmeno uno scrittore,
ma il mio cuore matto l’ho donato a lei ,
lì dove il mare luccica, e tira forte il vento
e tu Giulietta,devi sapere che oggi sotto quel tuo balcone forse non passerà nessuno a cantarti una serenata rap perché qui siamo tutti troppo presi dalle communi…

Ti ho amata

Ti ho amata con quegli occhi di un  bambino che giorno dopo giorno si facevano più grandi Ti ho amata come si poteva amare il più piccolo dei grandi amori Ho amato ogni tuo sorriso, ogni abbraccio ho amato il profumo dei tuoi capelli il sapore delle tue labbra il calore di ogni tuo bacio ogni tuo pregio o difetto Ti ho amata dal profondo del mio cuore dal primo momento, in ogni tuo sguardo in ogni nostro messaggio, ti ho amata anche quel giorno quando il cuore ci batteva forte,sotto quelle infinite lenzuola  Ti ho amata anche quando mi hai insegnato che non si può amare per sempre perché le parole perdono valore se non sono seguite dai fatti Ti ho amata anche quella volta quando ci siamo detti addio 
Ti ho amata e ti ricorderò per sempre